Vivere la Quaresima…

Nel suo messaggio per la Quaresima 2016 il Santo Padre Francesco così afferma:

 

Nella Bolla d’indizione del Giubileo ho rivolto l’invito affinché la Quaresima di quest’anno giubilare sia vissuta più intensamente come momento forte per celebrare e sperimentare la misericordia di Dio. (…) Per tutti, la Quaresima di questo Anno Giubilare è dunque un tempo favorevole per poter finalmente uscire dalla propria alienazione esistenziale grazie all’ascolto della Parola e alle opere di misericordia. Se mediante quelle corporali tocchiamo la carne del Cristo nei fratelli e sorelle bisognosi di essere nutriti, vestiti, alloggiati, visitati, quelle spirituali – consigliare, insegnare, perdonare, ammonire, pregare – toccano più direttamente il nostro essere peccatori. (…) Non perdiamo questo tempo favorevole alla conversione! (…) Quest’ascolto operoso ci preparerà nel modo migliore a festeggiare la definitiva vittoria sul peccato e sulla morte dello sposo ormai risorto.

 

Sono queste le parole che stanno ispirando e conducendo la vita comunitaria in questo tempo forte dell’anno liturgico.

 

Attraverso la proposta del digiuno e dell’astinenza si vuole dare un segnale contro la cultura della sovrabbondanza e richiamare lo stile della povertà evangelica.  Nell’attento ascolto delle letture spirituali la coscienza si forma e impara a leggere i “segni dei tempi” come opera di Dio che tutti interpella. E poi la preghiera nel corso della Via Crucis, il fare memoria del cammino di Cristo sul monte Calvario, tragitto di sofferente purificazione in preparazione all’evento della risurrezione.

 

Ciascuno di noi poi è chiamato ad esercitare la propria creatività per vivere con maggior intensità la Quaresima.

 

Un augurio per tutti, quindi, che questo tempo sia realmente propizio!

 

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail