Una famiglia che si ingrandisce e si arricchisce

Con l’inizio dell’anno di vita comunitaria salutiamo don Agostino, don Devid e don Stefano, che sono stati consacrati sacerdoti; don Davide e don Samuele, che a breve lo saranno. Accogliamo a braccia aperte i nuovi arrivati: Gabriele di Rivignano, Alex di Mereto di Capitolo, Mattia di Gorizia, Simone di Carlino, Alessandro di Cesclans, Paolo di Pasian di Prato e Mario di Udine.  A loro il nostro caloroso benvenuto e l’augurio di un sereno e costruttivo cammino assieme!
 
I nuovi seminaristi si presentano brevemente.

Mi chiamo Gabriele Pighin, ho 18 anni e vengo dalla parrocchia di Rivignano. Ho completato quest’anno gli studi presso il liceo classico J.Stellini di Udine. Due anni fa iniziai a chiedermi cosa il Signore desiderasse per me, per questo iniziai un percorso di discernimento durante il quale mi sono confrontato con diversi sacerdoti e ho preso parte agli incontri del gruppo Tabor.

Sono Alex De Nardo, ho 23 anni e vengo dalla Parrocchia di S. Michele Arcangelo di Mereto di Capitolo. Dopo il liceo classico ho frequentato l’ISSR di Udine presso il quale ho conseguito la Laurea breve in Scienze Religiose. Sono in servizio presso la Parrocchia Arcipretale di S. Maria Maggiore di Codroipo da tre anni, di cui i primi due come percorso di discernimento vocazionale.

Sono Mattia Vecchi ho 30 anni e vengo dalla Parrocchia di Sant’Anna in Gorizia. Dal 2005 al 2014 sono stato attore e produttore cinematografico. In questi anni il Signore si è fatto presente nella mia vita attraverso l’esperienza lavorativa, il servizio liturgico ed il mio percorso da capo scout nell’A.g.e.s.c.i. , chiamandomi a fare della mia vita un dono gratuito a servizio degli altri. Dopo un percorso di discernimento, lo scorso anno ho frequentato a Pordenone la Comunità Vocazionale “Primo Segno” e quest’anno comincio il mio cammino in seminario.

Mi chiamo Simone Zanutta e vengo dalla parrocchia di San Tommaso Apostolo di Carlino, ho fatto studi professionali e dopo alcuni anni di attività lavorativa ho deciso di intraprendere un cammino di discernimento spirituale seguito da alcune figure di sacerdoti che mi hanno aiutato nel cammino di fede.

Sono Alessandro Pampagnin, nato a Tolmezzo il 6 gennaio 1989. Appartengo alla Parrocchia-Pieve di Santo Stefano di Cavazzo. Conclusi gli studi classici, ho intrapreso il corso di laurea magistrale in giurisprudenza presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Conseguita a pieni voti la laurea, ho iniziato a svolgere la pratica forense per l’accesso all’avvocatura. Dal 2014 rivesto la carica di consigliere comunale presso il Comune di Cavazzo Carnico. Ho chiesto l’ammissione al Seminario al fine di proseguire in un ambiente serio e qualificato il mio percorso di discernimento vocazionale.

Sono Paolo Greatti, ho trentasei anni e sono originario della parrocchia di S. Caterina e S. Giovanni Bosco in Pasian di Prato. Il mio desiderio di diventare sacerdote risale all’adolescenza, ma varie vicissitudini mi hanno portato a prolungare l’attesa. Nel frattempo ho vissuto diverse esperienze come lo studio universitario e alcuni anni di cammino all’interno di un ordine religioso al di fuori della nostra diocesi. Tornando in “Patria” ho potuto apprezzare molto di più le peculiarità della Chiesa in Friuli e chiedo a Dio umiltà e sapienza per poter divenire suo degno servitore. Grazie per la vostra preghiera.

Mi chiamo Mario Pulvirenti, ho 32 anni, sono nato a Catania e da 15 anni vivo a Udine. Sono stato un volontario presso l’Aeronautica militare per 2 anni. Subito dopo sono stato assunto in un corpo di Polizia Privata e vi sono rimasto per 10 anni. La mia fede è stata alimentata dalla vita comunitaria presso la Parrocchia di San Pio X e dove per 15 anni ho potuto vivere anche l’esperienza della realtà dei Neocatecumenali. Grazie all’incontro con don Tarcisio Bordignon sacerdote che ha dato la sua vita per gli ultimi, ha fatto sì che in me scaturisse la gioia di offrire anche la mia vita a Gesù, il Dio degli ultimi, il Dio che ridà vita e speranza.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail